_logo-stalam_oldRadio Frequency Solutionsassistance-pointsassistanceemployeesestablishmentfood-negativefoodlogo-stalammachinesother-negativeotherpharma-negativepharmaplaceholder-negativeplaceholderpresencequick-assistancespare-partstechnical-textiles-negativetechnical-textilestextiles-negativetextilesturnover
IT EN ES

Come funziona

 

Tecnologia a radiofrequenza


 

Come funziona

Linea

La radiofrequenza (RF) è una tecnologia di essiccazione e di trattamento termico basata sulla dissipazione di energia elettromagnetica all'interno del prodotto. A differenza delle tecniche convenzionali, in cui il calore viene trasferito al prodotto attraverso la sua superficie da una fonte di calore esterna per conduzione, convezione o irraggiamento, un campo a radiofrequenza genera calore direttamente all'interno dell'intera massa del prodotto, per questo motivo il relativo meccanismo è chiamato "endogeno" o "volumetrico". La generazione di calore è istantanea e consente un processo rapido, uniforme e perfettamente controllato, offrendo risultati eccezionali in termini di qualità del prodotto, flessibilità operativa e risparmio energetico.

 

Il meccanismo di riscaldamento a radiofrequenza

Linea

 

Il meccanismo di riscaldamento a radiofrequenza, esclusi i materiali (come i metalli) che sono buoni conduttori di corrente elettrica, è legato alle cosiddette "perdite dielettriche". Le perdite dielettriche sono causate dalla vibrazione e rotazione di molecole polari o polarizzate e dal movimento di polarizzazione e traslazione di particelle ioniche all'interno del materiale, indotto dalla rapida inversione di polarità del campo a radiofrequenza (diversi milioni di volte al secondo). In altre parole, è come se il campo elettromagnetico fosse assorbito e convertito in energia termica per effetto del rapido movimento di molecole polari (o polarizzate) e ioni. Le molecole d'acqua sono altamente polari, più di tutti i substrati in cui l'acqua si trova normalmente, e molte forme ioniche sono solitamente disciolte in acqua. Di conseguenza, i campi elettromagnetici a radiofrequenza possono riscaldare molto rapidamente i materiali bagnati ed, in particolare, la radiofrequenza ha la capacità di far evaporare l'acqua in modo rapido, efficiente e selettivo da molti substrati (tessili, prodotti agricoli, prodotti da forno, ecc.).

 

 

Com'è fatta una macchina a radiofrequenza?

Linea

 

In generale, tutti gli impianti di riscaldamento ed essiccazione a radiofrequenza sono costituiti da due componenti principali:

  • il generatore
  • l'applicatore (o elettrodi)

Il generatore converte l'energia elettrica normale proveniente dalla rete in energia elettromagnetica a radiofrequenza ed è formato da una combinazione opportunamente progettata di condensatori e induttanze (il circuito LC oscillante) collegati ad una valvola per vuoto (il triodo), completa di alimentatore in corrente continua ad alta tensione.

L'applicatore riceve l'energia elettromagnetica dal generatore attraverso semplici connettori metallici conduttivi e la applica al prodotto da trattare.